Penne timoniere

Le penne (dette anche rettrici) della coda degli Uccelli, appartenenti alle penne di contorno e allo pterilio caudale. Un minuscolo gruppo di penne, dette alula, al margine dell’ala aiuta a controllare la velocità nell’atterraggio.

Le penne della coda (timoniere) sono utilizzate . Il piumaggio è la caratteristica principale che distingue gli uccelli da tutti gli altri esseri viventi. Esso è costituito dall’insieme delle piume e delle penne. La coda è la sezione posta alla fine del corpo di un animale; in genere, il termine si riferisce ad. La coda della maggior parte degli uccelli termina con lunghe piume dette penne timoniere.

Queste penne vengono usate come un timone, . Gli studi sulle penne cominciarono con Malpighi verso la fine del secolo XVII.

Timoniere sono chiamate le penne lunghe della coda per lo più rigide, robuste, . Sia le penne remiganti, situate al fondo delle ali che quelle timoniere, inserite nella zona caudale, che le restanti penne copritrici sono costituite . In particolare, penne timoniere, le penne terminali della coda degli Uccelli che funzionano come timone e sono in numero pari (da a 26). L’enciclopedia on line riporta a proposito delle “Timoniere”: tipo di penne presenti negli uccelli. Risalire da una penna alla specie di appartenenza però, può non essere. Le penne del collo e della cervice bislunghe, subulate e lustre, ma di colore scurO-giallastro: le due penne timoniere medie meno lunghe che negli individui in . Le penne del collo e della cervice bislunghe, subulate e lustre, ma di colore scuro-giallastro: le due penne timoniere medie meno lunghe che negli individui in .

Timoniere scure, orlate di verdastro sulla metà inferiore del margine esterno. Alcune penne del contorno sono essenziali per il volo: quelle delle ali, dette remiganti, e quelle della coda, chiamate timoniere. Ovviamente mancano nei non volatori, cosi come le penne timoniere che, ampliando la coda, servono a cambiare direzione.